Il tracciato di Adria (RO) si conferma non il terreno agonistico milgiore per il giovane pilota piemontese Adriano Roggero che nella seconda tappa della IAME Series Italy ha dovuto ridimensionare le sue ambizioni di molto dopo aver fatto una strepitosa prestazione nella prva di apertura stagionale di Lignano Sabbiadoro (PN). Andando con ordine il week end di Adria era iniziato in modo adeguato con un sesto posto ottenuto nelle prove libere ufficiali a cui pero’ faceva seguito una qualifica che lo vedeva concludere solo 11esimo a causa di un propulsore che non riusciva a garantirgli le stesse prestazione delle prove libere. Nelle successive due manche di sfida Roggero faticava a tenere il passo dei migliori concludendo nuovamente 11esimo e 13esimo e proiettandosi cosi’ verso la Finale con start dalla quita fila (decimo). Purtroppo per il pilota del Team Driver i problem al motore non solo non si attenuavano ma anzi peggioravano costringendo Adriano a scalare posizione su posizioni nel corso della gara arrivando a chiudere sotto la banidera a scacchi in un 22esima posizione che lasciava molta delusione al pilot ache meritava sicuramente un risultato ben diverso. Un week end dunque molto amaro per il giovane pilota torinese che ora attende la terza tappa della serie IAME, in programma a Jesolo (VE), per una pronta rivincita.