La terza prova della IAME Series Italy è stata indubbiamente molto condizionata dalla copiosa pioggia caduta sul tracciato di Adria (RO) e dalle temperature pressochè invernali. Per questa nuova sfida e in ottica di migliorare le proprie prestazioni il giovane driver Adriano Roggero del Team Driver “arruola” il campione del mondo categoria OK Lorenzo Travisanutto in qualità di coach personale.Grazie a preziosi consigli impartiti dal pilota dì friulano, il driver piemontese dimostra in pista un importante miglioramento sia in termini di prestazione pura sia di costanza di rendimento. Il week end inizia nella giornata di Venerdì con alcuni problemi tecnici che rallentano il piano di test previsti rimandando alcune prove di set up alla giornata di Sabato. In qualifica, malgrado la pioggia battente, Adriano riesce ad interpretare al meglio il tecnico tracciato rodigino facendo segnare il quinto tempo assoluto, miglior qualifica sinora della sua carriera. Dopo il warm up della Domenica, speso a prendere ulteriore confidenza con il tracciato veneto in condizioni di pista bagnata, Roggero parte per la Pre Finale attardato in quanto una tardiva accensione del suo propulsore e la disattenzione di alcuni giudici lo costringeva a partire dal fondo dello schieramento (invece che dalla terza fila) costringendolo ad una rimonta che conclude 15°. Nella Finale, disputatasi ancora con pista bagnata, il pilota torinese arriva a conquistare sino la 11esima posizione prima di incappare in un testa coda che lo fa scivolare nuovamente indietro e lo porta a chiudere la manche in sedicesima posizione. Per Roggero dunque un week end che si chiude con molta amarezza per due risultati molto distanti dal reale potenziale mostrato in qualifica. Per il giovane pilota del Team Driver il prossimo impegno sarà ora a Castelletto di Branduzzo in Giugno.