Al rientro nella IAME Series Italy, in questa ultima prova di campionato che si e’ svolta lo scorso week end sul tracciato di Castelletto di Branduzzo (PV), Adriano Roggero ha mostrato di aver mantenuto le sue performance malgrado la prolungata assenza dai campi gara. Nelle prove libere del Venerdì il driver piemontese impegnato nella X30 Junior ha dedicato la maggior parte del suo tempo in pista a prendere confidenza con il nuovo telaio Tony Kart in luogo del precedentemente usato Kart Republic. Con la nuova scocca Adriano si e’ trovato subito bene ma purtroppo si trovava vittima di un contatto con un avversario nel secondo turno di libera che lo mandava a muro con conseguente danno irreparabile al telaio. Dopo dunque aver saltato un paio di turni per la preparazione del nuovo telaio, Roggero tornava in pista molto determinato a dimostrazione che il crash non aveva condizionato la sua voglia di ben figurare.

Nella giornata di Sabato Roggero confermava le buone prestazioni andando a guadagnarsi lo start delle successive tre manche due volte dalla P10 e una dalla P9. Nella prima manche, dopo una partenza non perfetta Adriano chiudeva in P12 mentre nella seconda dopo essersi posizionato settimo pagava un po’ di scaramucce in pista che lo vedevano chiudere in P12, poi diventata P15 nel post gara per una penalità’ dovuta alla caduta del musetto.  Ottimo risultato invece nella terza manche che gli vedeva recuperare coraggiosamente (sorpassi dall’esterno) ben  cinque posizioni prima di essere nuovamente coinvolto senza colpa in una altro importante incidente. Alla ripartenza post incidente il kart del pilota del Team Driver non rendeva come in precedente per le conseguenze dell’impatto consentendogli comunque di chiudere con un’ottima P7. Grazie a questi tre risultati Adriano partiva  in P23 in Finale e dopo aver recuperato alcune posizioni era purtroppo nuovamente vittima di un incidente causato dallo stesso pilota che lo aveva coinvolto nella manche di sfida. Il conseguente ritiro lasciava ovviamente molto amaro in bocca al piemontese che chiudeva comunque una stagione ridotta ma che lo ha sicuramente formato nella neo categoria Junior.

Nel futuro ora di Roggero ci saranno alcuni test in formula e la probabile futura partecipazione alla serie ROK con il Team Zanchi Motorsport.